Al CFP di SAVIGLIANO è giorno di SALDAY2019

Giornata di SALDAY al CFP Savigliano! Oltre un centinaio gli allievi dei corsi di ristorazione, sala e bar, panificazione, pizzeria e pasticceria, che incontrano le aziende del territorio, sempre alla ricerca di personale qualificato da inserire in ruolo.

La presentazione della giornata a cura di Elisa Bonardo, responsabile dello sportello SAL - Servizi al Lavoro del CFP

Allievi a colloquio

Sonia Arnolfo, organizzatrice dell’evento, coordina i lavori. Siamo riusciti ad intervistarla mentre attraversa il CFP per raggiungere una delle sale opportunamente preparate per l’evento: “Una mattinata fitta di colloqui. Più di 30 le aziende del territorio che hanno raccolto l’invito. I candidati sono gli allievi che hanno terminato gli stage e si stanno preparando all’esame di qualifica e anche di diploma professionale. Qui Savigliano abbiamo il quarto anno di Lavorazione agroalimentari! Ci sono anche gli allievi meritevoli del secondo anno che tenteranno l’esperienza del tirocinio estivo”. L’elenco delle aziende è veramente lungo per citarle tutte. Tra queste anche CONAD e EATALY, aziende di risonanza nazionale con presenza molto significative in questa parte del Cuneese, un territorio abbastanza vasto che si estende da Torino a Cuneo sulla direttrice Savigliano Saluzzo e ricco di attività imprenditoriali. La Dr.ssa Floriana Mondina responsabile risorse umane di Conad, accompagnata dalla Sig.ra Reviglio Paola responsabile ufficio paghe, ci spiega come è cambiato in questo decennio il concetto di supermercato: “L’operatore che cerchiamo deve essere preparato per gestire il reparto macelleria o panetteria, ma anche la preparazione e non solo la vendita. Insomma non solo carico e scarico scaffali. Per questo ricerchiamo giovani di buona volontà disponibili ad imparare come si lavora in un punto vendita Conad, anche perché ciascuno di questi ha una sua peculiarità.”

L'ingresso del Centro di Formazione Professionale

Abbiamo chiesto a Sonia Arnolfo cosa si aspettano le aziende dal CNOS-FAP di Savigliano e la risposta è immediata: “Un ambiente amichevole ma al contempo professionale per costruire un rapporto vicendevole di collaborazione: loro alla ricerca di mano d’opera qualificata, noi interessati al loro know how per aggiornare i nostri formatori e ricevere indicazioni sulle tecnologie in uso, che anche nel settore del food stanno diventando indispensabili. Ogni datore di lavoro spera di incontrare profili professionali adeguati alle sue esigenze, a partire dalla buona volontà e si rende disponibile ad ospitare gli allievi in stage ma anche in tirocini estivi. Per questi ragazzi si tratta dei primi colloqui che svolgono in carriera ed hanno preso molto seriamente l’attività del SALDAY. Pur essendosi preparati all’evento chiedono continuamente informazioni, mentre attendono il loro turno.

Allievi in trepida attesa

E prima di rituffarsi in mezzo alla mischia, ci lascia con questa considerazione: “Gli allievi sono pronti ad affrontare il mondo del lavoro perché il CFP li ha ben preparati sotto ogni aspetto: quello tecnico professionale nelle tante ore di formazione svolte nei laboratori e quello dello soft skills e cioè le competenze trasversali. Il nostro ambiente è permeato dal sistema preventivo salesiano e funziona molto da collante. Insomma si crea un clima di famiglia. È qui che imparano a socializzare, lavorare in team, rispettare gli orari, affrontare la fatica dello stare anche semplicemente in piedi, comprendere le difficoltà di una professione in cui spesso si lavora quando gli altri fanno festa.  Le aziende che ci hanno conosciuto si sono rese conto di tutto questo processo educativo ed è per questo che continuano a cercare i nostri allievi.” Al termine della chiacchierata, incontriamo Martina di “quarta agro” in apprendistato con il sistema duale, insomma "alternanza scuola lavoro". Dopo la qualifica triennale ha deciso di continuare gli strudi al CFP: ”Mi interessa conoscere il mondo delle lavorazioni agroalimentari per aumentare il mio bagaglio professionale dato che la mia qualifica era focalizzata principalmente su panificazione, pasticceria e pizzeria. La prima volta che ho fatto un colloquio di lavoro è stato due anni fa grazie al CFP. Era finalizzato al tirocinio formativo estivo. Era andata abbastanza bene, tanto che poi ho lavorato nella pasticceria nei mesi estivi.” Andrea Trucco, coordinatore del CFP deve gestire anche queste giornate particolari perché le lezioni vanno avanti per tutti gli altri allievi, ma ha il tempo di sottolineare: “Martina è veramente brava a preparare i dolci!” e poi sparisce tra gli allievi assiepati nell’atrio in attesa del proprio turno. Nel frattempo rispunta Sonia e si rivolge a Martina: “Vieni perché c’è una azienda di Borgo San Dalmazzo, che opera nelle lavorazioni del tartufo e dei funghi che vuoll farti fare una prova.” Allora la salutiamo e le facciamo il nostro in bocca al lupo e con Paolo Trucco, progettista e incaricato della promozione delle attività formative sul territorio, ci rechiamo nella sede di TRS - Teleradio Savigliano, ospiti di Simona Solavaggione nella trasmissione quotidiana. E’ interessata a raccontare uno spaccato sociale su come i Salesiani hanno saputo costruire il legame tra formazione professionale ed imprese del territorio. Tutto grazie all’opera instancabile di Don Gabriele Miglietta direttore di Saluzzo e Savigliano, e dei suoi collaboratori che hanno lavorato in questi primi venti anni di attività del CNOS-FAP nel comune di Savigliano per poi replicarlo anche a Saluzzo. Qui Don Bosco grazie a tutti loro è molto presente! Nino Gentile