Cnos-Fap di Savigliano sul podio del primo concorso «Pasticceria Giovani» di Torino

Nell’edizione de La Stampa di Sabato 10 Marzo 2018 dedicata alle province del fossanese-saluzzese si illustra la vittoria diuna studentessa del Cnos-Fap Sordella di 
Savigliano alla prima edizione del “Premio Pasticceria Giovani”, un concorso nazionale di cioccolateria riservato agli studenti delle scuole di settore. Ecco la notizia:

Giovani pasticceri campioni a Torino

                       C’è un po’ di Granda sul podio del primo concorso «Pasticceria Giovani» organizzato dall’associazione Pièce di Torino e ospitato dall’Ipsoa Colombatto nel capoluogo regionale. Il secondo e il terzo posto sono stati vinti rispettivamente da Valentina Chiabrando, 18 anni, allieva del Diploma Tecnico Professionale del Cnos-Fap Sordella di Savigliano e da Simone Michielin, 19 anni, dell’istituto Ferrero di Neive. I partecipanti erano 15 ragazzi tra i 17 e i 19 anni provenienti da tutta Italia. In 4 ore dovevano realizzare una torta con base di pastasfoglia e la decorazione di una colomba usando il contenuto di una «mystery box». «Ho proposto una pastasfoglia con granella di paste di meliga macinate – dice Valentina -.  Mentre ho decorato la colomba con pasta di zucchero e fiori di glassa». Entrambi vincono stage formativi.
La stessa notizia viene messa in risalto anche nella versione online di CUNEO CRONACA:

Allievi CNOS-FAP a Casa Cavassa, tra cultura e pane.

Si riporta ringraziando il “Corriere di Saluzzo”,  l’articolo relativo al laboratorio per famiglie a Casa Cavassa, previsto domenica 25 febbraio, in collaborazione con il CNOS-FAP.
È dedicato al banchetto rinascimentale il laboratorio per famiglie, in programma per domenica 25 febbraio alle 16 a Casa Cavassa. L’appuntamento si svolge nell’ambito del calendario di iniziative promosse da CoopCulture per coniugare la cultura e il cibo, attraverso momenti conviviali che sottolineano le tradizioni enogastronomiche del territorio e attività che raccontano del cibo. Il laboratorio, inoltre, rientra nel più ampio progetto “Il Bello del Bello” realizzato con la collaborazione della scuola professionale Cnos-Fap che ha recentemente ottenuto un finanziamento di 12.900 euro dalla Fondazione CR Cuneo, attraverso il bando “Educare alla Bellezza”. Nei giorni scorsi erano stati coinvolti anche i figuranti del Gruppo storico per un servizio fotografico che servirà a creare il contesto e la scenografia a corredo dell’iniziativa. Il laboratorio è rivolto ai bambini da 4 a 11 anni, accompagnati dai loro genitori e parenti. Dopo una visita animata volta a illustrare gli usi e i costumi rinascimentali, i giovani partecipanti potranno interpretare, per un giorno, i personaggi che vivevano nella dimora storica. I bambini potranno partecipare al laboratorio di panificazione e portare a casa il prodotto che avranno creato con l’aiuto degli studenti del corso di panetteria del CNOS-FAP. Il costo di partecipazione è di 5 euro per bambino con un adulto accompagnatore. Per info e prenotazioni rivolgersi all’ufficio del Turismo Iat, in piazza Risorgimento, oppure numero verde 800392789 o scrivere all’indirizzo saluzzo@coopculture.it.  

L'attività di lavorazione del pane nei laboratori del CNOS-FAP.

PORTE APERTE AL CNOS-FAP di Saluzzo e Savigliano

PORTE APERTE AL CNOS-FAP di Saluzzo e Savigliano sabato 16 dicembre dove sarà possibile toccare con mano i mestieri che si possono imparare e a quali corsi ci si può iscrivere. Conoscere quindi le modalità di iscrizione, sia per i disoccupati che per i ragazzi che stanno frequentando la "terza media" e terminaranno l'istruzione obbligatoria. Per il prossimo anno sono numerose le possibilità di iscrizione ad un ricco catalogo di proposte formative! A partire dallo scorso novembre, con l'approvazione del nuovo bando regionale sono ripartite le iscrizioni ai corsi serali per adulti della Formazione Continua Individuale, parzialmente finanziata dalla Regione: l'offerta formativa è stata completamente rinnovata, con 30 possibilità di corsi tra le due sedi di Saluzzo e Savigliano: c'è possibilità di isciriversi in tutti i corsi. Al CFP di Saluzzo, i primi corsi in partenza, per i quali abbiamo ancora posti disponibili sono: Lingua italiana dei segni-base, Panetteria/pasticceria e Pizzeria, Lingua cinese base e Tecniche di paghe e contributi. Al CFP di Savigliano, i primi corsi in partenza, per i quali abbiamo ancora posti disponibili sono: Tecniche di cucina base (corso del mercoledì sera), Panetteria/pasticceria e pizzeria e Tecniche di degustazione vini/ abbinamento enogastronomico. Per i disoccupati partirà a inizio anno un corso gratuito di 600 ore per la qualifica di panettiere/pasticcere (corso MDL). Ricordiamo che anche qui bisogna recarsi al CFP per effettuare l'iscrizione. Per quanto riguarda gli Imprenditori agricoli abbiamo anche dei percorsi totalmente, o parzialmente finanziati all'interno del bando PSR e sono aperte le iscrizioni per il corso per il rilascio del patentino per l'acquisto e uso dei prodotti fitofarmaci (con partenza in primavera). Le segreterie sono operative con orario 8-17, dal lunedì al venerdì e anche nelle giornate del Porte Aperte di Sabato 16 Dicembre e Sabato 13 Gennaio con orario 8-12.30 e 14-17.30. Per info
  • Savigliano, Vicolo delle Orfane, 6, 0172/726203 e segreteria.savigliano@cnosfap.net;
  • Saluzzo, via Griselda, 8, 0175/248285 e segreteria.saluzzo@cnosfap.net." informazione pubblicitaria
  • cuneo.cnosfap.net

Perchè non iniziare la scuola con una tre giorni al mare?

Avvio di anno scolastico all’insegna della conoscenza e dello stare insieme.
180 allievi, iscritti ai corsi del Centro di formazione professionale salesiana di Savigliano del CNOS-FAP, sono partiti questa mattina diretti al mare: ad Alassio, dove saranno alloggiati all’ostello Don Bosco. E’ il terzo anno di questa esperienza che apre i corsi formativi nella sede saviglianese e in quella saluzzese.
“Una tre giorni che aiuta i ragazzi a conoscersi al di fuori del contesto scolastico, per stare insieme, comprendersi, concentrarsi sul nuovo anno con momenti di preghiera e di riflessione, ma anche divertendosi in spiaggia – spiega don Gabriele Miglietta, direttore dei due centri.
Mediterranean sand beach in traditional touristic town Alassio on italian Riviera by San Remo, Liguria, Italy

Mediterranean sand beach in traditional touristic town Alassio on italian Riviera by San Remo, Liguria, Italy

La prossima settimana toccherà agli allievi del Centro di formazione professionale salesiana Saluzzo, 250 complessivamente : partiranno su due turni: le I e II classi e, al loro ritorno, le III e IV.
A Savigliano sono attivi i corsi triennali di qualifica di operatore della ristorazione e della trasformazione agroalimentare. Del pacchetto formativo fanno parte anche i corsi biennali per allievi della scuola secondaria di II grado, sempre per operatori della trasformazione agroalimentare, percorso che può confluire in quello finalizzato al diploma di tecnico professionale del settore.
Cnos-Fap Savigliano è l’ unico centro in provincia di Cuneo ad aver fatto partire il sistema duale Scuola – Azienda nel settore agroalimentare, finanziato dalla Regione su indicazione del Ministero del lavoro.

Il CFP di SALUZZO-SAVIGLIANO: tutti pronti a ripartire

L'attività del CFP è ripresa in modo frenetica in questa ultima settimana di agosto per i preparativi dell'inizio del nuovo anno formativo 2017-18. Ci eravamo lasciati così ed è bello mostrarvi le immagini, che sono quasi storia, della conclusione dell'anno formativo 2016-17. Pronti per una nuova avventura: vi aspettiamo con tutte le nostre attività per giovani adolescenti, adulti e lavoratori nei nostri settori tradizionali ai quali si è aggiunto anche il polo del legno, in cui il nostro CFP ha un ruolo importante (leggi l'articolo di oggi).  

Nuova collaborazione tra scuola e imprese grazie al Polo del Legno di Saluzzo

Anocra una proposta che vede parte attiva il CFP di Saluzzo del CNOS FAP Piemonte, come riportato da TARGATOCN ieri 15 giugno, nella formazione dei giovani ed in questo caso quella specialistica post diploma nel settore delle lavorazioni del legno. Il Polo del legno di Saluzzo che ha voluto presentare la candidatura in Regione di un corso Post-Diploma in "Tecniche per la realizzazione artigianale dei prodotti Made in Italy" per promuovere il valore aggiunto della lavorazione legno, il Polo del legno di Saluzzo e delle Valli del Monviso ha voluto presentare la candidatura in Regione, nell'ambito del bando IFTS (Istruzione Formazione Tecnica Superiore), di un corso Post-Diploma in "Tecniche per la realizzazione artigianale dei prodotti Made in Italy", con l'obiettivo di arrivare ad una specializzazione del processo di produzione, della comunicazione e del marketing nel settore legno. Per fare questo, in caso di valutazione positiva della proposta progettuale da parte della Regione, verrà costituita una A.T.S. (Associazione Temporanea di scopo) fra l'Ente salesiano di formazione professionale CNOS-FAP, l'Istituto di Istruzione Superiore Denina, il Dipartimento di Management dell'Università di Torino, la Bertolotto Porte S.P.A., il Consorzio Saluzzo Arreda, che sarà supportata dal contestuale accordo di rete con la Città di Saluzzo, Confartigianato Cuneo, CNA, Unione Montana Valle Varaita, Liceo Soleri-Bertoni. Inoltre, grazie all'azione informativa di Confartigianato tra i suoi associati, hanno già formalizzato il sostegno all'iniziativa 16 aziende del settore: all'interno di queste realtà produttive i ragazzi faranno uno stage all'interno del corso, per promuovere l'Alternanza scuola-lavoro e completare il bagaglio di conoscenze tecniche degli studenti. «Da sempre la nostra Associazione - commenta Domenico Massimino, presidente territoriale di Confartigianato Imprese Cuneo - considera fondamentale il rapporto con il mondo della scuola in generale, e con quello della formazione professionale in particolare. Questa iniziativa qualifica non solo il ruolo delle imprese quale naturale "vivaio" per futuri artigiani o addetti del settore, ma valorizza anche un'eccellenza del nostro territorio, mettendo in evidenza un comparto - quello del legno - che merita e necessita un rilancio, attraverso un sapiente connubio tra tradizione e innovazione». «Il Comune di Saluzzo ha da subito sostenuto la partecipazione della compagine saluzzese a questo bando regionale, poiché siamo convinti che l'accesso ai finanziamenti sarà la base da cui partire per creare una proposta didattica complessa nel territorio delle Valli del Monviso dedicata al settore legno - afferma l'Assessore alle Attività Produttive della Città di Saluzzo, Francesca Neberti - andando a creare, oltre alle diverse offerte formative già proposte dalle scuole superiori, anche dei percorsi di specializzazioni post diploma che si baseranno sul partenariato con l'aziende e l'inserimento diretto nel mondo del lavoro». firmato c.s.