Si riparte con la formazione professionale Salesiana

Ultimi giorni di ferie ... e dal 30 Agosto si ricomincia!

L'appuntamento è per le ore 13,00 con la tradizionale “costinata” al lago della Sirenetta! Le "riunioni collegiali" d'inizio attività sono sfalsate per le due sedi perché a Saluzzo il 3 settembre c'è la festa patronale. E quindi aL CFP di Savigliano lunedì 3 Settembre alle ore 9,00, mentre al CFP di Saluzzo, che avrà un prologo giovedì 30 Agosto alle ore 9,00, martedì 4 settembre. Quest'anno abbiamo come sempre una serie di grosse ed impegnative novità: l'avvio dei quarti anni di Acconciatura (duale) a Saluzzo, di Ristorazione (ordinamentale) a Savigliano e il passaggio in duale del diploma di Agroalimentare a Savigliano; si completano i percorso FIxO/Duale ed avremo una prima Acconciatura a Saluzzo, 2 quarti anni con Acconciatura e Panificazione  a Saluzzo, una Terza a Saluzzo, 2 quarti anni Acconciatura a Saluzzo e AgroAlimentare a Savigliano. Questo a sottolineare l’importante sforzo che dovremo affrontare! 465 gli alunni iscritti nei corsi dell'Obbligo d'Istruzione: 260 a Saluzzo e 205 a Savigliano; le ore di attività formativa nell'Obbligo di Istruzione, con i quarti anni passano, da 16.120 del 2017-18 a 18.360. C'è il nuovo percorso di IFTS post diploma di "Tecniche per la realizzazione artigianale di prodotti del Made in Italy", che sarà in collaborazione con il Denina e con il consorzio di Isasca. E con questo per noi si apre un ambito nuovo, sia come destinatari - giovani adulti - che come impostazione e mentalità (perché renderà necessario l’intensificarsi del rapporto con le aziende ed il territorio. In attesa degli esiti del Bando "Mercato del Lavoro", dove ci siamo candidati con diversi percorsi su entrambe le sedi, lavoriamo per progettare la trasformazione del percorso di Estetica, senza perdere la dimensione del "Benessere"; potenziare l'offerta e l'organico degli sportelli dei Servizi al lavoro e alle Imprese; consolidare la nostra presenza ed azione nell'Apprendistato; promuovere e potenziare i percorsi FCI, che sono i corsi di formazione continua individuale vetrina di presentazione dei Centri sul territorio. INSOMMA TANTISSIME COSE che richiederanno tempo, attenzione, professionalità e serietà: tutto per il bene dei nostri allievi! Un saluto a tutti da Don G. Miglietta direttore dei CFP

40 anni di CNOS-FAP Regione Piemonte: grande festa a Savigliano

Il 28 giugno 1978, a Torino, si costituiva l’Associazione CNOS-FAP Regione Piemonte. Negli anni l'Ente ha potuto consolidarsi, aumentare il proprio servizio per i giovani e gli adulti, diversificarsi anche se in modo moderato, modificare la sua organizzazione e i servizi erogati in base alle esigenze degli utenti e del territorio. Nel 2018 cadono anche i 20 anni di presenza del Cnos Fap a Savigliano, territorio nel quale l'Ente si è ormai consolidato. La sede di Saluzzo all'interno del corso per adulti in via di svolgimento (per la qualifica di Panettiere), grazie al Prof. Daniele Mulassano,  ha realizzato la torta celebrativa e a Savigliano si è festeggiato l'avvenimento in concomitanza con la chiusura del corso breve di "Elementi di panetteria, pasticceria e pizzeria", entrambi corsi coordinati ed organizzati dall'Arch, Paolo Trucco. Con l'occasione si ricorda che le iscrizioni per i corsi brevi sono sempre aperte ed i due centri chiuderanno soltanto nel mese di Agosto.

Saluzzo: gli studenti dei corsi di acconciatura e di estetica all’opera!

Si riporta la notizia del quotidiano online TargatoCn.it circa le attività che hanno visto impegnati, per il mese di giugno, gli studenti del settore Benessere-Acconciatura e Benessere-Estetica del Cnos-Fap di Saluzzo.Un giugno intenso per gli studenti del CNOS di Saluzzo Eventi che hanno messo in luce le abilità dei ragazzi e ragazzi impegnati nei corsi di acconciatura e di estetica Il settore Benessere-Acconciatura e Benessere- Estetica del CNOS-FAP di Saluzzo è stato impegnato in una serie di eventi, nei quali le studentesse e gli studenti dei corsi di qualifica triennale hanno potuto applicare e mettere in mostra quanto imparato nell’ultimo anno formativo appena concluso, prima del periodo di vacanza estiva. Gli allievi e le allieve delle classsi di prima, seconda e terza dei corsi di acconciatura e di estetica, il pomeriggio di venerdì 08 giugno sono state impegnate nell’acconciare e truccare a tema, modelle della scuola di danza, “ARSARMONICA” di Savigliano in occasione del saggio serale. L’11 giugno a San Martino di Barge, la seconda edizione del GRAN GALA’ delle acconciature: tema anni 50, 60, 70, presentata da Elena Donzino, coordinamento e coreografia Cristina Perotti. Per l’ occasione le ragazze sono state impegnate a truccarsi, acconciarsi e vestirsi a tema e poi sfilare durante il “gran galà”. Ultimo impegno prima delle meritate vacanze, iniziate già da qualche giorno, le riporta a San Martino di Barge per cimentarsi di nuovo nell’acconciare e truccare le modelle degli stilisti Maverick Cesano, Mariano Corsino e Sara Tommasella, in occasione della 1° edizione di “ ESORDIO IN STILE NELLA MODA”. Serata presentata da Doriano Mandrile ed organizzata sempre da Cristina Perotti per far conoscere questi giovani talentuosi. Con l’occasione il CNOS FAP Saluzzo comunica che nella settimana del 18-23 giugno ci saranno gli esami di qualifica per i terzi anni dei percorsi triennali che concludono il loro iter, pertanto in bocca al lupo ai prossimi qualificati (acconciatori, estetiste e panettieri/pasticceri). Il Centro rimarrà aperto col solito orario fino alla fine di luglio per le iscrizioni, per i corsi legati all’apprendistato, i Servizi al lavoro ed il corso da Panettiere/pasticcere per disoccupati che terminerà il 20 di luglio con l’esame di qualifica. (Articolo a cura della Redazione di TargatoCn.it, clicca qui)

Saluzzo, festa di fine anno “in centro” degli allievi CNOS-FAP

Festa di fine anno in centro con aperitivo e rinfresco, dimostrazioni di “trucco e parrucco” sotto l’ala di piazza Cavour. Così gli allievi Cnos Fap, Agenzia di formazione salesiana di Saluzzo e Savigliano, hanno salutato la fine delle lezioni tra di loro, con  famigliari, amici, insegnanti offrendo nelle postazioni da loro gestite assaggi gastronomici e saggi delle capacità acquisite nei diversi percorsi. Si sono esibiti in uno spettacolo conclusivo con siparietti di “congedo in simpatia” dal direttore Don Gabriele Miglietta e il corpo docenti. L’arrivederci al prossimo anno, dal quale l’agenzia formativa Cnos Fap inaugurerà la classe quarta del Diploma tecnico di Acconciatura. In  Castiglia, sempre opera degli allievi Cnos Fap, è visitabile ad ingresso gratuito, fino al 10 giugno “Il bello del bello” mostra artistica fotografica realizzata dalle classi III di Cnos Fap Saluzzo guidate da Dalila Cravero, dal fotografo torinese Davide Caterino e dall’artista Coco Cano. La mostra rientra nel progetto educazione alla bellezza. Nello stesso spazio è ammirabile un percorso fotografico della onlus “I sogni dei bambini” e le realizzazioni delle ragazze dell’Oratorio don Bosco che hanno frequentato il Punto Rosa.

Sono solo 15enni, ma al Cnos-Fap hanno voglia di “avere le mani in pasta”

Sono solo 15enni ...

Sta giungendo al termine la prima fase dell’alternanza scuola-lavoro del programma sperimentale "Fixo" (formazione, innovazione per l’occupazione) che vede istituzioni formative e datori di lavoro collaborare fianco a fianco nel processo formativo dei ragazzi. I percorsi Fixo sono stati introdotti a margine del Jobs Act e il Cnos Fap di Saluzzo (Cuneo) è stato uno dei primi centri a promuovere la sperimentazioni di questa nuova opportunità di formazione per gli adolescenti.

La sperimentazione, partita nell'ottobre scorso, ha visto 27 ragazzi alternare giorni di formazione a scuola con giorni di formazione in azienda: in questa prima fase gli allievi erano impegnati sul territorio il venerdì e il sabato, mentre dal 6 febbraio le aziende ospiteranno gli studenti martedì e mercoledì. Il primo anno prevedeva la realizzazione di una "Impresa simulata" come metodologia operativa e di apprendimento professionale. Nel secondo anno, si è passati all'alternanza vera e propria, quindi due giorni in azienda e tre in aula. Il prossimo anno si dovranno attuare le assunzioni dei ragazzi in "Apprendistato duale": tre giorni in azienda, inseriti in organico come apprendisti, e due tra i banchi per il conseguimento della qualifica.

La sfida del sistema duale consiste nella possibilità di avvicinare i giovani al lavoro, anticipando il loro inserimento in azienda, insieme allo svolgimento dei percorsi formativi per il conseguimento di una qualifica professionale e del diploma professionale. La formazione non può, ovviamente, creare posti di lavoro, ma può creare persone capaci di lavorare, che possano rispondere rapidamente alla complessità di mansioni richieste dal mercato del lavoro. La normativa nazionale prevista per realizzare questi percorsi ha rimesso in luce la vocazione peculiare degli enti di formazione, portatori di una storia positiva ed un forte radicamento nel territorio, espressioni dello spirito di iniziativa e dell’intraprendenza della nostra gente.

Si chiude ora il "primo step", dopo che i ragazzi hanno preso parte ai processi produttivi: è stato un momento di verifica degli apprendimenti conseguiti e delle motivazioni al lavoro. Sono "solo" quindicenni, e devono quindi essere accompagnati passo dopo passo verso il mondo del lavoro.

Al via la filiera Lattiero Casearia del Centro di Savigliano

La lavorazione del formaggio è approdata al Centro di Formazione Professionale salesiano di Savigliano: ha infatti preso avvio in questi giorni il modulo lattiero-caseario del percorso di Qualifica e di Diploma Tecnico professionale di “Valorizzazione delle Filiere Agroalimentari locali”.
Il Centro CNOS-FAP ha maturato in questi ormai vent’anni di presenza nella città di Savigliano la sua vocazione nella Ristorazione e nella Trasformazione Agroalimentare, con gli affermati percorsi di Sala e Bar (che si arricchirà il prossimo anno del Diploma Tecnico, di livello superiore alla semplice Qualifica) e di Panetteria, Pasticceria e Pizzeria, che nell’attenzione allo sviluppo del Territorio si sta evolvendo proprio nella valorizzazione delle Filiere Locali.
Cinque quindi i moduli di Laboratorio e di Formazione Tecnica: innanzitutto, in continuità con l’affermata tradizione del Centro, il modulo di “Arte Bianca”: il Dolciario è infatti una vocazione di punta del nostro territorio, cui si coniuga anche quello della “Lavorazioni del Cioccolato”; poi il modulo di “Ortofrutta”: composte, conserve, marmellate, essiccati e quant’altro risponde alla imponente produzione agricola che circonda la nostra città. E ancora, sotto la guida della ditta Valcarni di Marene, il modulo della “Lavorazione Carni”. Ora è il momento del modulo “Lattiero – Caseario”: la lavorazione del formaggio. A queste filiere che significativamente rappresentano il nostro territorio geografico, esclusivamente per i ragazzi e ragazze del Diploma Tecnico (ormai maggiorenni) si aggiunge una sesta filiera … quella “Brassicola”: la produzione della Birra!
A guidare i ragazzi nella scoperta del mondo dei prodotti derivati dal Latte, il sig. Fabrizio Oggero, del Caseificio “FaMù”: e già si vedono fiorire nuovi prodotti dai nostri laboratori: le prime quattro forme di “primosale” sono state un successo … subito sperimentate come ingrediente nelle pizze, letteralmente andate a ruba. Con il tempo, nelle diverse annualità del percorso di Qualifica e di Diploma Agroalimentare, l’obiettivo è arrivare a studiare la produzione e la realizzazione di formaggi sempre più impegnativi, curandone anche la maturazione e stagionatura.
 

PORTE APERTE AL CNOS-FAP di Saluzzo e Savigliano

PORTE APERTE AL CNOS-FAP di Saluzzo e Savigliano sabato 16 dicembre dove sarà possibile toccare con mano i mestieri che si possono imparare e a quali corsi ci si può iscrivere. Conoscere quindi le modalità di iscrizione, sia per i disoccupati che per i ragazzi che stanno frequentando la "terza media" e terminaranno l'istruzione obbligatoria. Per il prossimo anno sono numerose le possibilità di iscrizione ad un ricco catalogo di proposte formative! A partire dallo scorso novembre, con l'approvazione del nuovo bando regionale sono ripartite le iscrizioni ai corsi serali per adulti della Formazione Continua Individuale, parzialmente finanziata dalla Regione: l'offerta formativa è stata completamente rinnovata, con 30 possibilità di corsi tra le due sedi di Saluzzo e Savigliano: c'è possibilità di isciriversi in tutti i corsi. Al CFP di Saluzzo, i primi corsi in partenza, per i quali abbiamo ancora posti disponibili sono: Lingua italiana dei segni-base, Panetteria/pasticceria e Pizzeria, Lingua cinese base e Tecniche di paghe e contributi. Al CFP di Savigliano, i primi corsi in partenza, per i quali abbiamo ancora posti disponibili sono: Tecniche di cucina base (corso del mercoledì sera), Panetteria/pasticceria e pizzeria e Tecniche di degustazione vini/ abbinamento enogastronomico. Per i disoccupati partirà a inizio anno un corso gratuito di 600 ore per la qualifica di panettiere/pasticcere (corso MDL). Ricordiamo che anche qui bisogna recarsi al CFP per effettuare l'iscrizione. Per quanto riguarda gli Imprenditori agricoli abbiamo anche dei percorsi totalmente, o parzialmente finanziati all'interno del bando PSR e sono aperte le iscrizioni per il corso per il rilascio del patentino per l'acquisto e uso dei prodotti fitofarmaci (con partenza in primavera). Le segreterie sono operative con orario 8-17, dal lunedì al venerdì e anche nelle giornate del Porte Aperte di Sabato 16 Dicembre e Sabato 13 Gennaio con orario 8-12.30 e 14-17.30. Per info
  • Savigliano, Vicolo delle Orfane, 6, 0172/726203 e segreteria.savigliano@cnosfap.net;
  • Saluzzo, via Griselda, 8, 0175/248285 e segreteria.saluzzo@cnosfap.net." informazione pubblicitaria
  • cuneo.cnosfap.net

Il CFP di SALUZZO-SAVIGLIANO: tutti pronti a ripartire

L'attività del CFP è ripresa in modo frenetica in questa ultima settimana di agosto per i preparativi dell'inizio del nuovo anno formativo 2017-18. Ci eravamo lasciati così ed è bello mostrarvi le immagini, che sono quasi storia, della conclusione dell'anno formativo 2016-17. Pronti per una nuova avventura: vi aspettiamo con tutte le nostre attività per giovani adolescenti, adulti e lavoratori nei nostri settori tradizionali ai quali si è aggiunto anche il polo del legno, in cui il nostro CFP ha un ruolo importante (leggi l'articolo di oggi).  

Nuova collaborazione tra scuola e imprese grazie al Polo del Legno di Saluzzo

Anocra una proposta che vede parte attiva il CFP di Saluzzo del CNOS FAP Piemonte, come riportato da TARGATOCN ieri 15 giugno, nella formazione dei giovani ed in questo caso quella specialistica post diploma nel settore delle lavorazioni del legno. Il Polo del legno di Saluzzo che ha voluto presentare la candidatura in Regione di un corso Post-Diploma in "Tecniche per la realizzazione artigianale dei prodotti Made in Italy" per promuovere il valore aggiunto della lavorazione legno, il Polo del legno di Saluzzo e delle Valli del Monviso ha voluto presentare la candidatura in Regione, nell'ambito del bando IFTS (Istruzione Formazione Tecnica Superiore), di un corso Post-Diploma in "Tecniche per la realizzazione artigianale dei prodotti Made in Italy", con l'obiettivo di arrivare ad una specializzazione del processo di produzione, della comunicazione e del marketing nel settore legno. Per fare questo, in caso di valutazione positiva della proposta progettuale da parte della Regione, verrà costituita una A.T.S. (Associazione Temporanea di scopo) fra l'Ente salesiano di formazione professionale CNOS-FAP, l'Istituto di Istruzione Superiore Denina, il Dipartimento di Management dell'Università di Torino, la Bertolotto Porte S.P.A., il Consorzio Saluzzo Arreda, che sarà supportata dal contestuale accordo di rete con la Città di Saluzzo, Confartigianato Cuneo, CNA, Unione Montana Valle Varaita, Liceo Soleri-Bertoni. Inoltre, grazie all'azione informativa di Confartigianato tra i suoi associati, hanno già formalizzato il sostegno all'iniziativa 16 aziende del settore: all'interno di queste realtà produttive i ragazzi faranno uno stage all'interno del corso, per promuovere l'Alternanza scuola-lavoro e completare il bagaglio di conoscenze tecniche degli studenti. «Da sempre la nostra Associazione - commenta Domenico Massimino, presidente territoriale di Confartigianato Imprese Cuneo - considera fondamentale il rapporto con il mondo della scuola in generale, e con quello della formazione professionale in particolare. Questa iniziativa qualifica non solo il ruolo delle imprese quale naturale "vivaio" per futuri artigiani o addetti del settore, ma valorizza anche un'eccellenza del nostro territorio, mettendo in evidenza un comparto - quello del legno - che merita e necessita un rilancio, attraverso un sapiente connubio tra tradizione e innovazione». «Il Comune di Saluzzo ha da subito sostenuto la partecipazione della compagine saluzzese a questo bando regionale, poiché siamo convinti che l'accesso ai finanziamenti sarà la base da cui partire per creare una proposta didattica complessa nel territorio delle Valli del Monviso dedicata al settore legno - afferma l'Assessore alle Attività Produttive della Città di Saluzzo, Francesca Neberti - andando a creare, oltre alle diverse offerte formative già proposte dalle scuole superiori, anche dei percorsi di specializzazioni post diploma che si baseranno sul partenariato con l'aziende e l'inserimento diretto nel mondo del lavoro». firmato c.s.